Il secondo dopoguerra al Tuscolano tra Edifici INA Casa e le abitazioni lungo l'Acquedotto Felice | Open House Roma

Il secondo dopoguerra al Tuscolano tra Edifici INA Casa e le abitazioni lungo l'Acquedotto Felice



Promosso da Club di Territorio di Roma del Touring Club Italiano

Descrizione

I gravi problemi abitativi degli anni del secondo dopoguerra videro lo svilupparsi di agglomerati di baracche costruite con i più disparati materiali quasi ovunque fuori le mura, e l’avvio di una politica di edilizia pubblica, grazie alla nascita, nel 1949, dell’INA Casa. In questa zona, a partire dagli anni 50 del novecento, troviamo le misere abitazioni di fortuna e i rifugi di diversa natura, costruiti lungo l’Acquedotto Felice, e le nuove edificazioni, sui terreni del marchese Alessandro Gerini, tra la via Tuscolana e l'attuale area archeologica del Parco degli Acquedotti. L’intervento dell’INA Casa risulta costituito da tre nuclei indipendenti: Tuscolano I, in realtà privo di un disegno unitario; il Tuscolano II, la cui progettazione urbanistica fu coordinata da De Renzi e Muratori; il Tuscolano III costituito dalle unità di abitazione orizzontale di A. Libera.

Informazioni

Via Valerio Publicola, 165

Mezzi pubblici
Metro: Linea A - Lucio Sestio
Bus: 557 / 590 / 558

Max 25 persone per volta
Durata: 60 min.
Accesso: con prenotazione su sito Open House Roma e rush line
Accesso disabili: Si
Permesso di fare foto: Si



Per i luoghi al chiuso è obbligatorio indossare la mascherina chirurgica o FPP2. Consulta le note di ogni visita per eventuali disposizioni aggiuntive fornite dai gestori. In previsione di ulteriori aggiornamenti, ti invitiamo a consultare nuovamente il sito prima di recarti nei luoghi.


Orari

Sabato
17:00 / 18:15 /
Domenica
11:00 / 18:00 /

Prenota

Mappa

Condividi FB TW

Fai una donazione. Anche pochi euro ci aiuteranno a far crescere l’evento e promuovere una città aperta, condivisa, partecipata da tutti.

DONA 5€ DIVENTA SOSTENITORE